martedì 22 dicembre 2009

# 1 - Best words from... Kitchen (Banana Yoshimoto)

Inauguro oggi "Best words from..." una "rubrica" in cui vorrò indicare uno o due passaggi (o anche singole frasi) che mi sono piaciuti da un libro che ho letto.
Io non sono propriamente un critico letterario, perciò prendeteli per quello che sono, cioè passaggi che a me hanno trasmesso qualcosa, che ho trovato significativi per valore estetico o contenutistico o descrittivo o emotivo...o semplicemente per simpatia.
Questo è il primo.

"Fui colpita dalle sue parole, ma ora le capisco così chiaramente che vorrei gridarlo.
Perchè le persone non riescono a compiere una scelta così semplice? Perchè vivono come vermi, come perdenti? Preparando da mangiare, mangiando e andando a dormire. Anche chi ama prima o poi dovrà morire, però intanto è vivo.
Anche stasera l'oscurità è profonda, il respiro difficile. Una sera in cui ognuno lotta con un sonno torpido e inquieto."

(Banana Yoshimoto - Kitchen)

3 commenti:

  1. ...perchè è più facile arrendersi che lottare...e lottare non vuol dire tormentarsi stando a guardare...ma sfoderare tutte le armi possibili...: se nessuno mi capisce...mi sono capita io! ...ciao mele...jole

    RispondiElimina
  2. ahahah :-D
    in generale ho capito!! :-p

    preciso che non si devono fare per forza commenti complicati, ma basta anche dire "uh bello!" o "nommipiace!" o volendo, aggiungeteci frasi vostre che sono piaciute a voi anche di altri libri! umm...specifico questa cosa anche su facebook! :-D

    RispondiElimina
  3. "Talvolta un non so che mi afferra: non è angoscia, non è brama...ma un intimo sconosciuto tumulto che minaccia di lacerarmi il petto, che mi serra la gola."

    RispondiElimina

...dì la tua!