lunedì 13 giugno 2011

# 5 - Best words from... Testimone inconsapevole (Gianrico Carofiglio)



"Io ho una domanda, avvocato"
"Dimmi"
"Perchè hai fatto tutto questo?"
Dissi che non avevo una risposta, per la domanda che mi aveva fatto.
Dissi che pensavo fosse un buon motivo, ma non sapevo esattamente qual era, quel motivo.
Abdou fece sì col capo, come se la risposta lo avesse soddisfatto.
"Ho paura", disse poi.
"Anch'io"

--



...ma il trittico finì nel cesso insieme a tutti gli altri medicinali che mi aveva prescritto il mio psichiatra. Il mio ex psichiatra.
Svuotai coscenziosamente tutte le confezioni e tirai la catena. Poi buttai nella spazzatura le scatole, i flaconi, le fiale e i foglietti illustrativi.
Quando ebbi finito mi versai mezzo bicchiere abbondante di whisky - eviti gli alcolici - e misi nel videoregistratore la cassetta di Momenti di gloria. Una delle poche che avevo portato via con me.
Mentre cominciavano a scorrere le prime immagini accesi una marlboro - eviti la nicotina, almeno di sera - e per la prima volta, dopo molto tempo, mi sentii quasi di buon umore.

--

Si allontanò verso l'ascensore che portava al quinto piano, alle aule del civile. Io rimasi a guardarlo, pensando che in un posto lontano, nella voragine del tempo, eravamo stati amici, per davvero. Pensavo a questo, incredulo.
Addio Alberto, mi venne da dire. Lo dissi proprio. A voce bassa, ma udibile da chi fosse stato vicino a me, in quel momento.
Ma non c'era nessuno.